Anche quest’anno, dal 28 gennaio all’8 marzo, il Consorzio dei Commercianti di Via d’Azeglio “accenderà” la centralissima zona pedonale nel cuore di Bologna, e lo farà con “Feminae”, la raccolta delle 24 opere di Nima Benati, fotografa di moda di fama internazionale rappresentata da Wannabe Management, per sostenere la lotta contro la violenza sulle donne.

Paolo Bruciaferri, Direttore Creativo del progetto, curato dall’agenzia creativa CR3ARE, con l’aiuto di Tiziano Corbelli, Direttore Artistico del Consorzio Commercianti via d’Azeglio bologna, di Marco Cremonini, Presidente di Federmoda Confcommercio Ascom Bologna  e con il supporto di  Campogrande Concept, ha deciso infatti di dare voce alle donne attraverso un percorso suggestivo di grande fascino, una vera e propria mostra a cielo aperto composta da ventiquattro immagini poste su pannelli luminosi, scattate dalla talentuosa fotografa bolognese, che vogliono rappresentare l’idea di empowerment femminile, di cui Nima Benati si è fatta più volte portavoce.

Le sue immagini, di corpi e volti femminili, racconteranno potenti storie di emozioni e forza, con l’obbiettivo di sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza di genere, oggi più attuale che mai.

Nelle passate edizioni le famose “luminarie” di Bologna hanno catturato l’attenzione di cittadini e visitatori con citazioni delle più note canzoni di Lucio Dalla, Cesare Cremonini e Raffaella Carrà. Quella che ormai è diventata una tradizione, all’ombra della Torre degli Asinelli, prevede che le opere luminose, una volta disinstallate, siano vendute all’asta in favore di associazioni benefiche.

Questa volta il Consorzio, presieduto da Giancarlo Campolmi e Simone Dionisi, ha deciso di supportare la Cooperativa Sociale Loto Dorato, che attraverso il progetto WeAreHomies, aiuta e sostiene donne in difficoltà o vittime di violenza, accompagnandole in un percorso che consenta loro di ritrovare il proprio posto nella società attraverso l’inserimento nel mondo del lavoro, nonché offrendo loro sostegno psicologico grazie ad un team di esperti.

Sono onorata di essere stata scelta per questo progetto, ormai divenuto un’istituzione nella mia città. I miei scatti vogliono essere una celebrazione della forza e della bellezza femminile ma al contempo una denuncia nei confronti di chi usa violenza verso le donne, tema oggi tristemente attuale, di fronte al quale non possiamo restare indifferenti” – racconta Nima Benati.