Dal 18 gennaio al cinema, L’anima in pace, un film del regista vincitore del Globo D’Oro Ciro Formisano che, attraverso gli occhi di una giovane rider, racconta una storia di resistenza tutta al femminile, sullo sfondo di un duro quartiere di periferia e delle sue dinamiche complesse.

Protagoniste Livia Antonelli, al suo debutto sul grande schermo, vincitrice come miglior attrice al Napoli Film Festival e Donatella Finocchiaro, nel ruolo della inaffidabile madre. Uno sguardo che fa emergere quanto sia difficile cambiare la direzione del proprio destino se si cerca di superare le barriere invisibili e invalicabili dei sobborghi. Nel cast, tra gli altri, anche Lorenzo Adorni ( Un passo dal cieloMaschile singolareAdagio) e Daniela Poggi.

Il Film è stato presentato con successo in moltissimi festival, anche internazionali, come l’IFFI Goa in India e al Festival del Cinema Italiano a Tolosa e sarà al prossimo Capri Hollywood. Prodotto da TVM Digital Media e Roma Piazza Di Spagna Production L’anima in pace sarà al cinema dal 18 gennaio distribuito da Farocinema.

Trama: Dora ha 25 anni e un carattere all’apparenza ruvido ed impenetrabile. Lavora portando la spesa a domicilio, un lavoro che le pesa e non è l’ unica difficoltà che deve affrontare nella sua vita. La madre, uscita da poco di prigione, è una donna instabile ed inaffidabile e, proprio per la sua inadeguatezza, i suoi fratellini gemelli Massimo e Nunzio sono stati affidati temporaneamente ad un’altra famiglia. Vivono a casa della zia, in un quartiere periferico.

Dora cerca di accumulare soldi non solo col suo lavoro ma anche come pusher per Yuri, bello e dannato della zona. I soldi le servono per costruire una nuova vita, per potersi permettere il ritorno dei gemellini, augurandosi che la sentenza imminente possa restituirglieli. La sua vita sembra avere una svolta con l’arrivo di Andrea, un giovane specializzando in medicina che cerca di redimerla, almeno fin quando Yuri non scoprirà il rapporto pulito e sincero dei due.