Per Rizzoli Emanuelli, l’acqua e il mare rappresentano la più grande risorsa: un bene da salvaguardare, un ecosistema da proteggere ed “uno scrigno” di biodiversità da custodire. 

In occasione dell’8 giugno, giornata mondiale degli oceani – una ricorrenza istituita dall’Onu volta a sottolineare il fondamentale compito che l’habitat marino svolge per gli equilibri della vita sulla terra – l’azienda rimarca l’importanza del polmone blu e l’urgenza di agire concretamente in favore della sua tutela.

Rizzoli Emanuelli, infatti, sostiene da sempre che il futuro dell’ambiente coincida con il nostro presente.Per questo motivo si impegna quotidianamente per la sua difesa, scegliendo di pescare solo in primavera, garantendo così la salute a lungo termine della popolazione ittica e utilizzando da oltre un secolo, un metodo di pesca che preserva l’integrità dei fondali marini e della materia prima. 

L’azienda è la prima realtà in Italia ad essere certificata MSC dall’organizzazione non-profit MSC Marine Stewardship Council, che contribuisce alla salute dei mari e degli oceani e assicura la pesca delle Alici Rizzoli con metodi attenti e rigorosi, da stock ittici non sovra sfruttati, senza danneggiare l’ecosistema marino. La tracciabilità e la sostenibilità delle alici Rizzoli viene inoltre assicurata anche dal marchio “Tradizione Consapevole dal 1906”.

Tra le novità si aggiunge la nuova vaschetta riciclabile e con almeno il 70% di plastica riciclata della linea delle alici a banco frigo.

Resistente e leggera, riduce il peso della confezione permettendo un minor impatto ambientale, poiché richiede meno energia per la produzione ed il trasporto rispetto ad un imballo tradizionale.

L’azienda, che si sta muovendo da tempo nella ricerca e nell’individuazione di nuovi materiali riciclabili e sempre più ecologici da poter utilizzare per il confezionamento dei propri prodotti, riafferma così la volontà di migliorare le performance dal punto di vista ambientale anche in termini di riciclabilità dei packaging.

La combinazione di un ambiente marino ideale, le pratiche di pesca sostenibile e le antiche tradizioni dell’arte acciugaia, hanno fatto quindi dei prodotti Rizzoli Emanuelli una scelta buona anche per il pianeta.

Il futuro dei mari si conferma essere un focus prioritario per l’azienda, che continua nella missione di preservare l’ambiente e rendicontare quanto già fatto, con uno sguardo sempre proiettato verso il futuro. 

Negli ultimi anni, infatti, la quota di pesce certificato MSC e/o FOS, lavorato dall’azienda parmigiana è aumentato: passando da un 46% del pesce totale nel 2022 al 50% nella campagna di pesca 2023.  

“Per noi di Rizzoli, difendere gli ecosistemi e la biodiversità marina rappresenta un dovere morale ed una responsabilità. Gli oceani sono infatti un patrimonio unico da proteggere. Per questo motivo l’azienda vuole confermare il proprio impegno nell’utilizzare pratiche di pesca sostenibili certificate, volte a tutelare l’habitat marino, davvero molto prezioso.” Annalisa Sergi – responsabile sostenibilità di Rizzoli Emanuelli